Per twittare questa notizia, copia e incolla https://mstr.cd/2BuAIXC su Twitter con hashtag #OpenBanking

 

Milano, 2 luglio – Mastercard ha annunciato oggi l’adesione di tre tra le principali società finanziarie globali a Open Banking Protect di Mastercard, il servizio rivolto alle organizzazioni che desiderano proteggere i conti bancari dei propri clienti da terze parti compromesse o non autorizzate (TTPs, Third Party Providers).

Aion, DiPocket e Modulr sono le società che hanno firmato accordi per l’utilizzo della soluzione Open Banking Protect, ossia una componente chiave di Open Banking Solutions™ di Mastercard, la suite di servizi e applicazioni leader di mercato per supportare, potenziare e salvaguardare un ecosistema bancario aperto in tutta Europa.

In Europa la legislazione PSD2 consente ai TPPS , di accedere ai conti bancari, previo consenso del cliente, per fornire nuovi prodotti e servizi. Tuttavia, gli istituti titolari del conto rimangono i responsabili dei fondi depositati. È quindi importante che gli istituti finanziari verifichino rapidamente le richieste di accesso ai conti bancari per servizi di open banking da parte di terze parti, con le quali potrebbero non avere mai avuto alcun contatto in precedenza, e implementino misure adeguate a individuare tempestivamente i segnali di allarme relativi a potenziali frodi.

Open Banking Protect di Mastercard nasce per migliorare la capacità di combattere le frodi all’interno di un settore bancario aperto e aumentare la fiducia da parte degli istituti finanziari rispetto all’approvazione delle richieste provenienti da TPPs.

Open Banking Protect offre due servizi fondamentali:

  • Validazione di licenze e certificati – verifica immediata della certificazione TPP e dello stato di registrazione rispetto a tutti i relativi archivi.
  • Monitoraggio delle frodi – utilizza i dati a disposizione del network su di un determinato TPP per individuare tendenze e cambiamenti nelle attività in corso attraverso il monitoraggio continuo così da bloccare tempestivamente richieste potenzialmente fraudolente.

I tre nuovi partner annunciati oggi, sono portatori di diverse casistiche. Una banca digitale resa possibile dall’introduzione dell’intelligenza artificiale, come nel caso di Aion, un fornitore di wearable prepagati nel caso di DiPocket e l’utilizzo dei principali strumenti di pagamento come valida alternativa alle transazioni bancarie all’ingrosso e commerciali per le imprese, nel caso di Modulr.

Queste realtà stanno collaborando con Mastercard attraverso Open Banking Protect con l’obiettivo di migliorare l’identificazione delle frodi e la protezione del business e dei clienti nel contesto di un ecosistema aperto.

“Nonostante si riscontri un grande entusiasmo nei confronti dell’ecosistema open banking, gli istituti finanziari, i TPPs e i clienti continuano a mostrare preoccupazione davanti a potenziali frodi e violazioni della sicurezza. Mastercard Open Banking Solutions™ si avvale della nostra considerevole esperienza nella gestione e nel supporto di sistemi bancari e di pagamento globali per garantire un ecosistema bancario aperto con carattere di continuità, dove la sicurezza è sempre al primo posto. Open Banking Protect nasce quindi per offrire sicurezza e protezione a istituti finanziari e TPPs che utilizzano l’open banking per la verifica TPP e il monitoraggio delle frodi.” – ha affermato Jim Wadsworth, SVP, Open Banking, Mastercard – “La collaborazione è fondamentale per un solido ecosistema di open banking. Per questo siamo lieti che Aion, DiPocket e Modulr si siano unite a Mastercard, andando ad ampliare ulteriormente le numerose partnership già operative e che mirano alla creazione di un sistema ancora più sicuro per tutti. Riteniamo ciò di grande importanza per l’intero ecosistema in quanto le nostre soluzioni favoriranno un’adozione sempre più estesa dell’open banking in tutta Europa”.

Cyrus Wadia, Payments Strategy Director, Modulr, ha dichiarato: “Nel tentativo di eliminare le inefficienze che si sono tradizionalmente rivelate costose per le aziende del Regno Unito, siamo lieti di lavorare al fianco di Mastercard per rendere il nostro servizio di pagamento sempre più efficiente, sicuro e accessibile per permettere a tutti i nostri clienti di sfruttare al meglio il potenziale dell’open banking”.

Fedele Di Maggio, CEO, DiPocket, ha commentato: “Investire nella prevenzione delle frodi è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza di un ecosistema di open banking per tutti i nostri clienti. Questo è esattamente ciò che ci permette di fare Open Banking Protect di Mastercard, ossia di fornire non solo un servizio trasparente e conveniente, ma anche sicuro al 100%”.

Una recente ricerca Mastercard, condotta tra gli istituti finanziari europei, ha infatti confermato che la più grande preoccupazione risiede nel rischio di frodi e perdite[1] nel contesto di un mercato complicato in cui numerose autorità di regolamentazione – 31 autorità nazionali competenti e 90 QTSPs (Qualified Trust Service Providers) – rendono il processo di verifica delle terze parti una sfida ardua per gli istituti finanziari[2].

 

  FINE –

 

Nota alla stampa

Le soluzioni Open Banking di Mastercard

Open Banking Protect è una delle quattro soluzioni del portfolio di applicazioni e servizi leader di mercato Open Banking Solutions™ di Mastercard per supportare, potenziare e salvaguardare un ecosistema bancario aperto in tutta Europa. Le quattro soluzioni, progettate per supportare sia le istituzioni finanziarie che i fornitori di terze parti (TPPs) nella realizzazione di futures nel contesto dell’open banking, sono le seguenti:

  • Open Banking Connect – una connessione unica e universale alla funzionalità Open Banking delle istituzioni finanziarie che fornisce a terzi scala, resilienza e velocità di accesso al mercato.
  • Open Banking Protect – una verifica immediata dello stato di registrazione e certificazione di terze parti, combinato con il monitoraggio delle frodi e del comportamento per segnalare in tempo reale richieste potenzialmente fraudolente.
  • Open Banking Resolve – un servizio centralizzato di indagine e risoluzione delle controversie per fornire chiarezza, coerenza e trasparenza a tutti i partecipanti all’ecosistema dell’Open Banking.
  • Open Banking Consulting Services – una consulenza professionale unita a un supporto pratico per supportare gli istituti finanziari nella definizione e implementazione di una strategia per prosperare nell’ecosistema dell’Open Banking.

Mastercard

Mastercard (NYSE: MA), www.mastercard.com

Mastercard è un’azienda tecnologica internazionale che opera nel settore dei pagamenti. Il nostro obiettivo è quello di creare connessioni e promuovere un’economia digitale inclusiva della quale tutti possano beneficiare, ovunque si trovino, grazie a transazioni sicure, semplici, veloci e accessibili. Potendo fare affidamento su dati e reti sicure, sulle partnership e sulla passione, sui nostri prodotti e soluzioni, aiutiamo consumatori, istituti finanziari, governi e aziende a raggiungere il loro massimo potenziale. Il nostro quoziente di rispetto per i valori umani guida la cultura aziendale e tutto ciò che facciamo all’interno e all’esterno dell’azienda. Con la presenza in oltre 210 paesi e territori, stiamo costruendo un mondo più sostenibile che offra opportunità priceless per tutti.

Seguici su Twitter @MastercardNews, @MastercardIT e partecipa alla discussione sul Cashless Conversations Blog e abbonati per ricevere le ultime news.

Contatti:
Mastercard
Giuliana Abbate, Giuliana.Abbate@mastercard.com

FleishmanHillard Tel + 39 02 31804 710
Edoardo Grandi, edoardo.grandi@omnicomprgroup.com
Sara Festini, sara.festini@omnicomprgroup.com

Ludovica Marchese, ludovica.marchese@omnicomprgroup.com

Marco Alocci, marco.alocci@omnicomprgroup.com

[1] Condotta da Ovum 2019, la ricerca di Mastercard sull’open banking “Delivering on the Promises of Open Banking” ha coinvolto più di 40 istituti finanziari in tutta Europa.

[2] Mastercard Open Banking Tracker, Q1 2020 https://www.vocalink.com/news-insights/stories/q1-2020-open-banking-tracker/